Una Corta Autobiografia

RSG
RSG, Bad Vilbel, 2019.

Impara a piacere a te stesso.
Quello che pensi tu di te stesso
è molto più importante
di quello che gli altri pensano di te“[2].
Lucius Annaeus Seneca.

Sono nato a Roma nel 1961, dove ho frequentato la Scuola Elementare Comunale “Giacomo Leopardi” fino alla 4a elementare per poi passare alla Scuola Pontificia Pio IX, dove, dopo le medie, ho frequentato il liceo classico fino al 5° ginnasio. Nel 1977 sono entrato al Collegio Navale (oggi Scuola Navale Militare) “Francesco Morosini” a Venezia, dove nel 1980 ho conseguito la maturità classica.

Nel 2005, trasferitomi precedentemente in Germania, ad Acquisgrana (Aachen) nella Renania del Nord/Vestfalia (NRW) mi sono laureato in Informatica (specializzazione: Intelligenza Artificiale) presso il locale politecnico (RWTH Aachen).

Dopo il servizio militare come Ufficiale di Complemento della Marina Militare Italiana (Corpo Commissariato), nel 1982 ho iniziato a lavorare nel campo informatico, com’è tipico degli anni ’80 in una piccola start-up in un garage a Roma.

Carriera Lavorativa

Avendo iniziato come programmatore, sviluppando ed adattando programmi di contabilità e logistica per computer, la mia carriera in Italia in 12 anni mi ha portato a svolgere le funzioni di Capo di Progetti. Quqnado poi nel 1995 mi sono trasferito in Germania, ho praticamente ricominciato la carriera quasi dall’inizio, quasi perché con circa 13 anni di esperienza nel campo informatico ovviamente non sono ripartito da zero, l’unica difficoltà essendo all’inizio la lingua. Come detto sopra, nel 1996 ho iniziato gli studi di Informatica alla RWTH Aachen, lavorando allo stesso tempo. La mia carriera è quindi proseguita permettendomi in tutti questi anni di raggiungere di nuovo la posizione di Capo Progetti (Program Manager).

Durante la mia carriera in Germania ho conseguito, tra l’altro, diverse certificazioni  in Project Management e Program Management, quali PMP©, PgMP©, PRINCE2© Practitioner, IPMA© Livello A.

Famiglia

Ho tre figli: dal primo breve matrimonio finito con la separazione nel 1995 e conseguente divorzio ho avuto un figlio nel 1996; nel 2011 mi sono risposato. Dal secondo matrimonio finito con la separazione nel 2019 e conseguente divorzio ho avuto due figlie: la prima nata nel 2012 e la seconda nata nel 2014.

Hobby ed Interessi

Al momento mi occupo: del mio albero genealogico, e quindi di genetealogia, compreso alcune ricerche sulle arti ed i mestieri di un tempo.

Titoli (ornamentali)

Laird o’Chaol Gleann. [4]
Nel 2020 ho acquistato un piede quadrato (1 square foot, 1 ft2), pari a circa 929,0304 cm2, di pascolo nel parco del Castello di Dunans insieme al titolo ornamentale di Laird o’Chaol Gleann. Acquisendo anche il diritto di vestire il kilt con i corrispondenti colori (vedi immagine a destra).

Lord of the Manor of Hougun. [5]
Allo stesso tempo ho acquistato sempre un piede quadrato nel parco del Castello di Hougun, assieme al titolo di Lord of the Manor of Hougun.[3]

Acquisendo entrambi i suddetti titoli ornamentali, ho deciso di autonominarmi Roby The Greek o anche Roby McGreek per il primo dei titoli succitati.

Maggiori Informazioni

Parenti ed amici possono vedere il mio profilo su FaceBook.

Colleghi, clienti e chiunque fosse interessato al mio Curriculum Vitae può vedere i miei profili su LinkedIn (in Inglese, è necessario registrarsi) e Xing (in Tedesco).

Roberto S. Greco
Lord of the Manor of Hougun 😉 e Laird o’Chaol Gleann. 🤣

[1] La foto è stata scattata da Giulia nel 2019 nel Dojo della Kick-Point in BadVilbel .

[2] Traduzione propria libera dall’originale latino “… multo autem ad rem magis pertinet, qualis tibi videaris quam aliis. Conciliari nisi turpi ratione amor turpium non potest.” di Lucius Annaeus Seneca in L. Annaei Senecae Opera quae supersunt di Fridericus Haase, pag. 66 ([haase1872], pag. 66, § 11): .

[3] La vendita di titoli nobiliari britannici è vietata dall’Honors Act (Prevention of Abuses) del 1925. Però come si suol dire “fatta la legge trovato l’inganno”. Quello che ho comprato è in inglese una Manorial Lordship (in italiano reso con signoria) che non è un titolo aristocratico, ma una forma semiestinta di proprietà fondiaria. Lord (o Laird in scozzese) in questo senso è sinonimo di proprietario. Quindi non può essere indicata su un passaporto e non dà diritto a uno stemma proprio nel senso dell‘araldica. Inoltre non può essere premeso al proprio nome ma può essere aggiunto dopo.
La designazione di Laird in Scozia o Lord in Inghilterra si basa su una proprietà ereditabile che ha un legame esplicito con la terra fisica. Il titolo non può essere acquistato e venduto senza vendere la terra fisica. Il titolo inoltre non dà diritto al proprietario di sedere alla Camera dei Lord, non essendo appunto un titolo nobiliare, ma piuttosto un titolo di cortesia che significa proprietario terriero senza altri diritti assegnati. Il titolo Lord del maniero similmente è un titolo di proprietà feudale ed è legalmente idoneo alla vendita. [dobson2016], [baronage2020, pag. 12].

Ho anche pianificato und viaggio per visitare i miei possedimenti in Scozia ed in Inghilterra.

[4] Immagine della stola scaricata da [shopify].

[5] Immagine dello stemma scaricata da [shopify].